ISEE

La scheda di sintesi del nuovo ISEE.

Qui sotto potete consultare la scheda di sintesi relativa alla riforma sull’ISEE preparata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Come ho avuto già modo di sottolineare qui, le attività connesse alla riforma dell’ISEE sono molteplici ed impegneranno significativamente le Amministrazioni Locali nei prossimi mesi.

Se pensi di aver bisogno di un affiancamento per sviluppare un percorso di formazione personalizzato o per costruire scenari di valutazione che ti permettano di valutare l’impatto del nuovo indicatore sulle tue politiche ( quanti di voi hanno registrato solamente il valore ISEE dei propri utenti nel corso delle varie istruttorie? Come ricalcolare il nuovo ISEE partendo solo dal valore sintetico?) contattaci senza impegno compilando il form dei contatti presente su questa pagina.

Un pensiero su “La scheda di sintesi del nuovo ISEE.

  1. Dopo una prima lettura [salvo approfondimenti in sede di applicazioni pratiche] del DCPM offro le mie considerazioni [nella mia qualitá di “medio” disabile in pensione].
    Intanto vengono salvaguardate tutte le specifiche competenze delle Regioni e Provincie Autonome [in primis quelle di Trento e Bolzano perché il governo non vuole certo adottare regolamenti anticostituzionali] – Per esempio, eventuale Reddito di Garanzia giá concesso puó essere dedotto ai fini del rinnovo di detta concessione [come giá accade ora] –
    Poi vengono dedotte quote percentuali [20%] sia della pensione che delle assistenze [per esempio RdG], le spese mediche, I canoni di locazioni, etc. dei due anni precedent – nonché previste detrazioni o franchigie [per esempio nel mio caso quattromila euro] dell’anno precedente, consistenza patrimonio mobiliare > seimila euro … etc. il tutto tenendo conto anche della variazione ISTAT annuale…
    Quindi la ratio regolarum dovrebbe essere nel senso che
    = se reddito complessivo dichiarato meno oneri e spese deducibili al netto delle detrazioni fisse danno un reddito inferiore al minimo di legge [quello che moltiplicato per 3 non puó essere aggiornato con ISTAT] dovremmo essere a posto _?
    = altrimenti anche noi dovremmo pagare tasse _ [23% di quanto é in eccesso}_?
    IL DCPM crea dunque per evitare forse priviliegi o evasion fiscali una specie di 730 per gli esentati che porterebbe a migliori garanzie per tutti I disagiati reali {in Trentino c’ é giá e si chiama ICEF / ISEE per alcune tipologie di agevolazioni per esempio universitá}
    Ho speranza se non certezza completa che il MINISTERO produca entro 4/5 mesi moduli corretti e semplificati in tal senso !!!
    Rimane comunque iI dubbio nella mia fattispecie di disabile medio in pensione che fa dichiarazioni RED a zero redditi
    ‘ <> ????
    HO BISOGNO DI QUALCHE AIUTO A CAPIRE IN TAL SENSO
    ANCHE SE ho certezza che l’ autonomia impositiva del Trentino sia nel 2015 / 2016 una realtá concreta e produca come al solito
    I suoi frutti migliori e il suo esempio piú bello [c’é un limite di novecento cinquanta euro per il RdG] …
    A presto spero – Cordiali saluti a tutti da ƒrancesco

Lascia un commento